Cgil, Cisl e Uil Monza e Brianza, pronti a fare la nostra parte per la ripartenza

da | Set 30, 2020 | Cgil Monza e Brianza

Serve uno sforzo comune per garantire nuove prospettive di lavoro e di benessere sociale

Per far ripartire il motore economico e sociale del nostro territorio serve un confronto di merito su come riprogettare sanità e socio assistenziale, scuola, economia e ambiente e mobilità partendo dai punti deboli che la pandemia ha messo in evidenza. Su questi temi il sindacato confederale ha continuato ad interrogarsi e ad avanzare proposte su scala nazionale, regionale e territoriale.

Questo è il momento di aprire un confronto a tutti i livelli, partendo dal territorio. Questo era anche l’obiettivo del patto “Brianza ReStart” siglato il 22 luglio dalla Provincia di Monza e Brianza e dalle parti sociali.

Cgil, Cisl e Uil di Monza e della Brianza confermano la necessità di attuare gli impegni contenuti in questo piano articolato in 16 punti. Un piano ambizioso che intende mettere a punto nuovi modelli di sviluppo dell’area brianzola. La fase successiva all’emergenza sanitaria può essere vista come un’opportunità di crescita per molti settori.

Angela Mondellini, segretaria generale della Cgil di Monza e Brianza

L’accordo prevede una serie di obiettivi specifici da raggiungere tramite una concertazione con tutti i soggetti economici e sociali. Il piano intende intervenire su tre grandi aree: economia, lavoro e formazione (“Ripartire insieme”), welfare e sanità (“Curare e prendersi cura”), territorio e mobilità (“Nuovi paradigmi per un ambiente urbano di qualità”). Il documento punta, per esempio, a monitorare gli indicatori dell’andamento socio-economico del territorio, sostenere la semplificazione amministrativa degli enti locali, valorizzare i presidi di sanità territoriale e migliorare le complessive condizioni della mobilità in Brianza.

Il protocollo promosso dalla Provincia regola anche la tempistica degli interventi: già a ottobre dovrebbero essere attivate alcune delle procedure previste per il raggiungimento delle finalità concordate.  

“Siamo pronti a fare la nostra parte per l’attuazione del piano di ripartenza necessario per restituire slancio al nostro territorio – dichiarano Angela Mondellini, Mirco Scaccabarozzi e Abele Parente, rispettivamente segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Monza e Brianza –. La pandemia ha colpito duramente anche questa provincia e siamo tuttora in una fase estremamente delicata. Riteniamo importante, perciò, uno sforzo comune per garantire nuove prospettive di lavoro e di benessere sociale ai cittadini che vivono, lavorano e studiano in quest’area. Importante è fare presto per non perdere la scommessa sulla ripartenza”.